Home News Asus Padfone: fusione tra tablet e telefono

Asus Padfone: fusione tra tablet e telefono

8

Asus sta dimostrando di saper innovare, con notebook e netbook di qualità e con il suo ultimo tablet che sta scalando rapidamente le classifiche di vendita, naturalmente parliamo dell’ EEE Pad transformer.

La compagnia asiatica però non sembra volersi fermare, debuttando nel mondo degli smartphone con un prodotto particolare, ovvero il PadFone.

La prima volta che Apple ha mostrato Ipad, quasi tutti hanno affermato: “ma non è altro che uno smartphone gigante”.
Ed in effetti questo è vero. I tablet hanno come peculiare vantaggio una diagonale dello schermo più grande, che consente di utilizzarli al meglio per la navigazione, per scrivere o per giocare. Quindi perchè non creare una sorta di ibrido, che unisse questi due ecosistemi in un unico terminale sdoppiabile.

Questa è proprio l’idea di Asus, che con il PadFone vuole realizzare un terminale telefonico integrabile in un tablet, con cui condividere parte telefonica e batteria, nonchè programmi installati.

Non si conoscono ancora i dettagli  del/dei dispositivi, infatti non è ancora chiaro se l’hardware vero e proprio sarà allocato unicamente nello smartphone e, quando quest’ultimo si collegherà alla controparte tablet, condividerà anche la potenza computazionale.

Naturalmente se la cpu e la gpu fossero in comune si avrebbe un enorme risparmio dal punto di vista del prezzo, essendo alla fine il tablet composto unicamente da un enorme schermo più batteria.

Probabilmente per realizzare questo dispositivo, gli ingegneri Asus stanno già lavorando sul sistema operativo di Google Ice Cream, il quale sarà rilasciato sia su piattaforma tablet che smartphone.

Voi cosa ne pensate?

Vi lascio ad un video promo del prodotto.

Ringraziamo Marco goodsale10 per la segnalazione

Sono un sistemista informatico di una grande azienda assicurativa italiana. Appassionato di tecnologia sin da piccolo, con particolare interesse verso la telefonia, i videogiochi e hardware per PC. http://www.windowsphone-italia.com/
  • farinacci_79

    E’ da tempo che sostengo che quest’idea di fondere i due concetti è vincente!!!

    Da una parte avere un telefono tascabile è irrinunciabile, ma i vantaggi dei tablet sono indiscutibili, quindi fino ad oggi, se se ne ha bisogno, era necessario avere entrambi, quindi 2 SIM (e 2 numeri), doppia rubrica/archivio messaggi/archivio documenti/call log da tenere obbligatoriamente sincronizzato, col rischio di fare un bel casotto…

    L’hardware principale, memoria ecc… risiedono tutti nel telefono, il tablet è composto solo dallo schermo, una grande batteria aggiuntiva e porte di espansione.
    Quando voglio unisco le due cose, quando non mi serve lascio a casa l’ingombro…

    SPETTACOLO!!!!

    L’unica cosa che aggiungerei è la dock tipo transformer, così si avrebbe il TOP del TOP!

    • http://www.danielegagliardi.it Daniele Gagliardi

      Assolutamente d’accordo, anche per il dock tipo tranformer, potrebbe essere il netbook/tablet/smartphone perfetto!

      Resta da vedere solo se il sistema operativo saprà dimostrarsi funzionale per tutte le “versioni”…

  • Alberto

    si anche a me piace l’idea, quando sono in giro uso il cell, a casa mi metto sul divano e ci collego il “dock schermo”, speriamo solo che il cell + dock schermo non abbiano prezzi troppo alti :P

    • http://www.anordest.org matteo

      Se fanno come hanno fatto con il transformer, i prezzi non dovrebbero essere eccessivamente alti

  • Cattux

    Fantastico! Una grande rivoluzione e dimostrato, inoltre, che nn c’è più bisogno di Apple perché vengano presentati prodotti tecnologicamente innovativi.

  • http://www.anordest.org matteo

    Sono un fan di HTC, ma ci potrei fare un pensierino sul PadPhone …

    • Alessandro Bertola

      diciamo che asus e HTC hanno un design e stile molto simile in alcuni prodotti

  • Pingback: Asus Padfone: presentato il 27 febbraio | Nexus Lab - We're really INTO android - News, prove, tutorial, programmazione, hacks