Home Multimedia

Arriva nel Play Store la nuova app del Team di Instagram, ancora non scaricabile in Italia però

Il team del celebre Instagram ha portato a termine il lavoro che lo vedeva impegnato nella realizzazione di una nuova applicazione dal funzionamento simile a Snapchat.

L’app si chiama Bolt, fulmine nella nostra lingua, ed il suo nome si riferisce proprio alla rapidità con la quale questa applicazione consente di condividere le foto con i nostri amici.

Bolt consente di scattare ed inviare foto ai nostri amici attraverso un semplice tocco!

L’applicazione è già disponibile sul Play Store di Google, è gratuita, solo che ancora non è possibile scaricarla in Italia perché gli sviluppatori hanno optato per il rilascio graduale.

Nei prossimi giorni la potremo provare anche noi, nell’attesa però vi lasciamo a quelle che sono le sue principali caratteristiche:

Nokia Lumia 930 venduto e spedito da Amazon scontato, clicca qui

  • Basta un tocco per scattare una foto o registrare un video. Il messaggio viene inviato appena sollevi il dito.
  • Le foto e i video non possono essere modificati, così le persone vedono il mondo proprio come te.
  • Aggiungi facilmente didascalie a foto e video.
  • Vai avanti e indietro rispondendo agli amici con testo, foto o video.
  • Passa il dito per inviare le foto.
  • Ordina i tuoi 20 preferiti come più ti piace.
  • Iscriviti con il tuo numero di telefono, non serve un indirizzo e-mail.

Bolt Play Store

Infinity aggiunge il supporto a Chromecast con il nuovo aggiornamento dell'app per Android

Arriva l’aggiornamento per Infinity che introduce il supporto a Chromecast, la periferica HDMI di Google che si collega alla TV e la trasforma in una Smart TV in pochissimi passaggi e spendendo davvero poco |L’app di Chromecast si aggiorna con il supporto al Mirroring [Download]|.

Infinity per chi non dovesse ancora conoscerlo, è un servizio di video on demand realizzato da Mediaset, ad abbonamento mensile che consente la visione di una vasta libreria di Films accessibile tramite browser, app, console e smart TV, del tutto scollegata da Premium Play.

La forza di Infinity è la qualità del servizio e la stessa Mediaset offre un periodo di prova in cui è possibile vedere a costo zero tutti i contenuti presenti all’interno della piattaforma senza alcuna limitazione.

Moto G LTE su Amazon anche con garanzia Italia e spedizione gratuita

L’applicazione di Infinity per i nostri smartphone e tablet Android è disponibile gratuitamente sul Play Store e con l’aggiornamento odierno, una volta che l’avrete installata, troverete al suo interno l’icona per avviare la riproduzione dei contenuti su Chromecast.

Infinity download Play Store

Plex scontata sul Play Store può essere scaricata a 1,46 euro

Plex è un’applicazione da possedere assolutamente se si utilizza Chromecast sulla TV di casa |Chromecast: recensione e videorecensione della chiavetta HDMI di Google|.

Attraverso il suo utilizzo è possibile gestire in pochi e semplici passaggi, i propri file multimediali comodamente su tutti i device Android.

Con Plex si può anche effettuare lo streaming di video, musica, foto e filmati. L’app è una delle più famose tra quelle della stessa categoria, non a caso viene adottata anche da LG sulle proprie SmartTV.

Ancora Plex presenta qualche limitazione, tuttavia siamo convinti che con il passare del tempo gli sviluppatori la renderanno davvero perfetta.

Se ancora non avete Plex sul vostro dispositivo Android ma stavate proprio pensando di farci un pensierino, ora è l’occasione giusta perché l’app è stata scontata sul Play Store di Google di oltre il 50% e può essere scaricata per soli 1,46 euro.

LG Smart TV ed accessori in offerta su Amazon, clicca qui per le offerte

Approfittatene ora però perché l’offerta come al solito è valida solo per un periodo di tempo limitato che potrà giungere a termine già nelle prossime ore.

Plex for Android download Play Store

YouTube pubblica l'app Creator Studio sul Play Store ed annuncia l'arrivo di un'altra interessante novità

Dagli sviluppatori di YouTube arriva una nuova applicazione sul Play Store che prende il nome di YouTube Creator Studio.

Non si tratta di un’app dedicata esclusivamente al video editing da come potrebbe far credere il suo nome, ma bensì di un’app attraverso la quale poter gestire il proprio canale in modo più facile e veloce anche quando si è in giro ovviamente.

Con YouTube Creator Studio è possibile controllare le statiche del proprio canale, rispondere ai commenti e personalizzare le notifiche push per restare sempre aggiornato.

In pratica un’applicazione assolutamente da provare e che può essere scaricata in maniera completamente gratuita dal Play Store tramite il link che abbiamo posizionato in calce all’articolo.

Inoltre le novità non finisco qui perché è in arrivo una novità che dovrebbe interessante anche il client ufficiale di YouTube per Android: il caricamento dei video all’interno della piattaforma con una frequenza di fotogrammi pari a 48 o addirittura a 60 fps, funzione che sarà molto apprezzata da chi guarda spesso trailer di film e/o gameplay di nuovi giochi con grafica in alta definizione.

Nokia 1520, il phablet top di gamma Nokia scontatissimo qui

A seguire trovate un primo video di esempio a 60 fps:

Studio creativi YouTube download Play Store

Youtube ora ci consente la scelta due altre due risoluzioni manuali per i video

Google sembra concentrarsi sulla qualità delle sue app per Android anche negli aspetti più particolari e nei dettagli.

Già pochi giorni fa avevamo assistito all’aggiornarsi dell’app di Youtube, la quale ora poteva godere della possibilità di scelta manuale della qualità dei video in streaming |Youtube si aggiorna su Android: selezione specifica della qualità video|.

Purtroppo però non era possibile ancora scegliere due tra le qualità più apprezzate dagli utenti, la 480p e la 1080p, risoluzioni che si sono aggiunte proprio in queste ore grazie ad un nuovo update che non sembra ancora essere arrivato  a tutti.

Google cita anche altre risoluzioni dei problemi in questo aggiornamento, ma non essendoci un dettaglio specifico non possiamo far altro che andare noi stessi a cercare quale siano le novità eventualmente nascoste in questa nuova versione d Youtube.

YouTube-qualità

Potete scaricare l’app di Youtube direttamente da questo link che vi rimanda alla relativa pagina del Google Play store, dove i primi commenti degli utenti hanno già iniziato ad apprezzare l’aggiunta di queste e le precedenti opzioni, anche se la scelta manuale comporta una valutazione attenta della qualità della propria connessione e soprattutto del consumo di dati in mobilità.

Potete trovare il Nexus 5 a 319 Euro qui, e il Nexus 7 2013 32 GB a 188 Euro qui.

Amazon lancia il proprio servizio di musica in streaming in abbonamento con Android

Amazon ha annunciato Amazon Prime Music, il suo nuovo servizio di musica in streaming che punta ad essere un nuovo punto di riferimento per gli amanti della musica in abbonamento |Smartphone Amazon 3D: presentazione il 18 giugno [Video]|.

Amazon sembra aver fatto le cose in grande arrivando ad offrire una libreria già inizialmente immensa, 1 milione circa di brani, con features  all’altezza delle attese.

Amazon Prime Music è un servizio in abbonamento per gli utenti Amazon Prime, che con un costo di 99 dollari all’anno consentirà anche il salvataggio  offline di  tutti i brani che si desidera.

Parliamo di una compatibilità già inizialmente estrema, arrivando naturalmente su tutti i Kindle Fire, sui tablet e smartphone Android e iOS, oltre che su Mac e PC.

Purtroppo l’app per Android non è ancora stata rilasciata, ma è questione di ore o al massimo giorni prima del suo rilascio effettivo.

Difficile dire quale sia l’offerta migliore, con Spotify che continua a crescere e con la recente acquisizione di Beats Audio da parte di Apple che dovrebbe favorire la crescita di Beats Music.

Tablet Kindle Fire a prezzi bassi su Amazon, tutti presenti qui

Speriamo che Google presto si rinnovi in questo settore, dove ancora non riesce a contrastare la concorrenza, ma qualcosa sembra pur muoversi.

Potete trovare il comunicato ufficiale al link alla fonte.

Voi quale servizio musicale usate?

MX Play e Chromecast, il supporto sembra ancora lontano per motivi di potenza pura

Dopo la recente fuga di notizie inerente il prossimo supporto di VLC a Chromecast, siamo andati ad indagare sull’eventuale futuro supporto del player per Android più famoso e versatile in circolazione, MX Player.

Andando a cercare infatti nel Forum di XDA scopriamo come gli sviluppatori sono da qualche settimana al lavoro per rendere compatibile MX Player con Chromecast, ma questo non è facile, perchè i developers intendono rilasciare sin da subito una versione di MX Player compatibile al 100  %, con tutti i formati trasportabili sulla nostra TV in maniera veloce.

L’operazione quindi potrebbe richiedere anche diversi mesi, dato che gli stessi sviluppatori chiariscono come Chromecast nativamente non supporti tutti i formati video/audio, e gran parte di questi dovranno essere elaborati dallo smartphone o dal tablet, andando ad incidere in maniera ingente sulle prestazioni del dispositivo.

Apprendiamo infatti che si potrebbe attendere il rilascio dei nuovi futuri SoC di prossima generazione, più potenti come lo Snapdragon 805 o addirittura lo Snapdragon 810, per cercare di rendere il tutto fluido e non troppo esoso per il nostro dispositivo.

Chromecast al prezzo più basso sul web, con spedizioni gratuite, clicca qui

Purtroppo quindi per adesso dovremmo attendere VLC per Android |VLC per Android supporterà Chromecast, insieme a tutte le altre piattaforme|, anche se è più probabile che anche in questo caso sia meglio utilizzare VLC da PC, proprio per motivi legati alla potenza della codifica, che con formati FullHD con audio posizionale potrebbe incidere troppo sulle prestazioni.

Youtube aggiunge la possibilità di selezionare la qualità dello streaming

Da grandi utilizzatori di Youtube, abbiamo lamentato diverse volte il fatto che dall’applicazione ufficiale per Android non si potesse selezionare la specifica qualità video da riprodurre in streaming.

Fino ad oggi infatti era solo possibile selezionare la generica qualità HD o HQ, ma finalmente questo limite viene tolto con l’aggiornamento dell’app di Youtube alla versione 5.7 |Rai e Youtube: è rottura, chi ci perde di più?|.

Questo update porta in dote infatti la possibilità di scegliere la specifica qualità dello streaming, ovvero 144p, 240p, 360p e 720p. Purtroppo non sembra essere ancora attiva la selezione della qualità FullHD, anche se speriamo venga presto aggiunta, anche perchè oramai quasi tutti gli smartphone e tablet di un certo livello possono godere di contenuti in FullHD.

Google aveva finora evitato di lasciare troppa libertà agli utenti per impostare lei in automatico la qualità dello streaming, cosa che avviene ancora, ma ci sembra più che giusto forzare tale parametro a seconda anche delle nostre esigente.

Tale opzione inoltre andrà a contribuire anche sull’utilizzo di Chromecast, grazie alla possibilità di inviare uno specifico segnale ad una qualità precisa alla chiavetta HDMI made in Google sulle nostre TV casalinghe.

Ti interessa Chromecast? Su Amazon a 34 Euro è disponibile con spedizione gratis

Download Youtube qui dal Google Play store

musica gratis su smartphone Android grazie ad un app

Esistono molteplici sistemi per ascoltare musica gratuitamente, sistemi il più delle volte legali come Spotify o altre app che si appoggiano sull’ascolto di musica, ma difficilmente possiamo trovare app che ci consentono di ascoltare contenuti offline gratuitamente.

Oggi vi presentiamo la nuova versione di SuperCloud Song Mp3, un vero e proprio motore di ricerca della musica, che si appoggia su servizi esterni per scaricare gli MP3 da noi ricercati in pochi secondi.

Da una breve prova si scopre come la maggior parte dei grandi successi stranieri in lingua inglese sia presente, mentre sarà molto complesso trovare canzoni recenti in lingua italiana.

supercloud song mp3 2

I brani in genere sono di buona qualità, ma purtroppo durante la ricerca non ci vengono forniti i dati specifici tecnici delle canzoni, il ché ci porterà a scaricare più versioni dello stesso brano per capire quale sia la migliore.

E’ doverosa una precisazione, tale metodologia non è consigliabile, dato che è preferibile godere di app come spotify |Spotify diventa gratuito anche su smartphone e tablet | che offrono a pagamento anche i brani offline, anche se l’utilizzo di questo tipo di app può essere utile per poter ascoltare l’anteprima completa del brano e soprattutto dell’album, prima di effettuare l’acquisto a volte molto più esoso del singolo abbonamento.

Il Nexus 5 scende a 300 Euro su Amazon, scoprilo qui

Potete scaricate SuperCloud Song MP3 a questo link

Youtube sta pensando a nuove applicazioni e strumenti per chi inserisce contenuti sulla propria piattaforma.

Youtube è una piattaforma fantastica, ma questa non sarebbe assolutamente valore senza una vasta community di professionisti e amatori che giorno dopo giorno pubblica continuamente contenuti originali ed a volte esclusivi.

Questo Google lo sa bene, per questo è stato annunciato l’inizio dei lavori relativo alla creazione di un app mobile dedicata solo a chi pubblica contenuti su Youtube.

Questo si traduce nella possibilità di avere più controlli, statistiche, ma soprattutto strumenti per gestire ed ottimizzare i propri video.

Con l’app di Youtube standard per Android e per altri sistemi operativi, infatti è possibile solamente pubblicare contenuti video senza poterli modificare, quindi senza aggiungere note, sottotitoli, ottimizzazioni, musica, ecc.

Tutto questo probabilmente in futuro cambierà con questa specifica app che speriamo possa portare Youtube ad essere maggiormente gestibile anche tramite smartphone e tablet.

Oltre a questo saranno migliorate anche le features relative alla gestione di pubblicità, passando dai pagamenti derivati dalle pubblicità alle donazioni volontarie degli utenti forse in futuro sfruttabili anche attraverso PayPal.

Si fa ancora un gran parlare della componente musicale presente in gran parte su Youtube |Youtube Music: non ci crede neanche Google |, con nuovi metodi di finanziamento soprattutto per quei musicisti indie che vogliono utilizzare Youtube proprio come mezzo per farsi conoscere.

Il nuovo Galaxy S5 a 560 Euro, Garanzia Italia, su Amazon, clicca qui

SoundHound è il rivale per eccellenza di Shazam, un’app che nel suo genere risulta essere tra le migliori e che non ha certo bisogno di presentazioni perché senza dubbio la conoscete già tutti abbastanza bene.

Recentemente gli sviluppatori di Soundhoud hanno rilasciato il nuovo aggiornamento per l’app portandola così alla versione 6.0, e come principale novità troviamo l’introduzione di una nuova interfaccia utente completamente ridisegnata per garantire un funzionamento ancora più intuitivo e comodo.

Beats by Dr. Dre Solo HD Cuffie On-Ear, Monocromatico Nero in sconto qui

Ecco quanto recita il changelog ufficiale pubblicato sul Play Store di Google:

Perditi in SoundHound con le nostre pagine ridisegnate di Brani, Artisti e Album…

Questo importante aggiornamento ti aiuta a immergerti nella ricerca, scoperta, ascolto, condivisione delle canzoni e visualizzazione dei video musicali. Divertiti!
  • Pagine Brano
- Nuove magnifiche raccolte foto dei tuoi Artisti preferiti
- Video musicali più pertinenti
  • Pagine Artista
- Luogo di formazione e Biografie
- Brani migliori dell’Artista
  • Pagine Album
- Data di pubblicazione Album
Per effettuare il download dell’ultima versione di SoundHound vi basta cliccare sul link qui sotto:

Spotify con Chromecast? Possibile, ma ci vuole un'app che faccia da ponte.

Chromecast, come detto più volte, è una periferica in divenire, grazie alla quale si trasforma non solo la propria TV in una vera e propria smart TV, ma si ha la possibilità di godere di numerose app sviluppate grazie al ricco SDK messo a disposizione da Google.

Non ancora tutti supportano nativamente Chromecast, sia volutamente che per mancanza di tempo e risorse, e anche Spotify per ora non sembra aver intenzione di portare la propria app a supportare la piccola chiavetta HDMI.

C’è chi però non ha perso tempo, ed ha sviluppato Spoticast, un app in grado di trasmettere il segnale di Spotify del nostro tablet, browser e smartphone alla nostra televisione.

Spoticast non è utilizzabile da tutti, dato che solo gli utenti paganti premium potranno goderne.

In pratica per poter inviare il segnale audio a Chromecast, dovremmo tenere aperte contemporaneamente Spoticast e Spotify sul nostro dispositivo Android, e impostare la musica dal client ufficiale.

Chromecast a 35 Euro, spedizioni gratuite, clicca qui

In pratica Spoticast è un’interfaccia tra client e Chromecast, anche se il suo funzionamento forse è un po’ troppo macchinoso e ha ancora troppi limiti.

Speriamo che sempre più app supportino la piccola chiavetta HDMI di Google, la quale presenta un’enorme potenziale sopito.

Link Download

Google Play Movies sta per eliminare uno dei suoi ultimi vincoli, la visione offline su Chrome OS

Google play movies è una piattaforma in grande ascesa, arrivata da qualche mese in Italia con il nome di Google Play film.

Tramite questa possiamo affittare e acquistare film dal negozio digitale di Big G, ma non possiamo tramite ogni piattaforma avere accesso offline ai nostri contenuti.

Parliamo nello specifico dei Chromebook con Chrome OS, sistemi ancora poco diffusi in Italia ma che non consentivano, finora, la visione di contenuti senza una connessione attiva.

Questo problema sarà definitivamente risolto tra qualche giorno con il rilascio della nuova versione dell’app per Chrome OS, andando a rompere uno dei limiti più fastidiosi di questo sistema operativo.

Chromebook Samsung a 260 Euro su Amazon, click qui

Chrome OS infatti è un sistema piuttosto particolare, basato completamente sul web, senza il quale è quasi impossibile godere dei propri contenuti e anche delle applicazioni.

Chissà se mai questo si diffonderà anche in Italia. Qualcuno di voi utilizza Chrome OS abitualmente su un Chromebook?

Spotify cambia faccia su Android con una UI del tutto rinnovata e qualche nuova features.

Spotify è l’app per l’ascolto di musica in streaming tra le più apprezzate anche su Android, con la possibilità anche per gli utenti non paganti di ascoltare quasi liberamente musica senza problemi, pur dovendo sempre riprodurre contenuti di specifici artisti in modalità casuale.

Da poco è disponibile sul Google Play store un aggiornamento di tale client che introduce un’interfaccia del tutto rivista, sia a livello di palette cromatica sia per quanto riguarda la struttura vera e propria.

Il verde e il bianco lasciano spazio al grigio e al nero, molto più leggibile con le scritte in bianco.

Anche i menù e le varie sezioni sono più interpretabili anche dagli utenti che usano Spotify saltuariamente.

Sono state migliorate anche diverse features non direttamente visibili agli utenti, come il passaggio dalia connessione 3G a quella WiFi, che avviene senza interrompere il flusso musicale.

E’ stata introdotta anche la modalità  ”Pura Fantasia”, una sorta di Radio automatica che si basa sui nsotri gusti personali e sulle attuali classifiche di apprezzamento degli altri utenti.

Trovate l’app a questo link, anche se potreste non vedere ancora l’aggiornamento, visto che è stato rilasciato a scaglioni per i vari utenti

Google in queste ore sta aggiornando anche la sua applicazione Android dedicata alla musica, con una funzione non del tutto inedita, ma che diventerà sicuramente tra le più apprezzate tra gli utenti.

Stiamo parlando delle stazioni radio, ovvero playlist automatiche generate a seconda dei nostri gusti musicali.

Mentre Spotify offre questo servizio associandolo anche solo ad un tipo di artista, il Google Play Music d’ora in avanti potrà offrirci delle stazioni radio che prendono spunto dalle nostre Playlist.

Cuffie beats Dr Dree Wireless in offerta su Amazon, clicca qui

Come detto una funzione molto interessante, che ci permette di scoprire musica senza dover per forza cercare ogni singolo brano.

Come al solito Big G sta distribuendo il proprio aggiornamento a scaglioni, per verificare l’eventuale presenza di bug, quindi potreste ricevere l’aggiornamento anche tra 1 – 2 giorni, quindi non preoccupatevi se per adesso la vostra app risulta essere aggiornata all’ultima versione, bisogna pazientare.

La versione specifica del Google Play Music è la v5.4.1413N che aggiunge unicamente questa novità.

Link Google Play store Downlaod

Dopo che qualche giorno fa vi abbiamo annunciato la totale gratuità di Spotify sul web, siamo lieti di comunicarvi che l’applicazione mobile della famosissima piattaforma di musica peer-to-peer ha ricevuto un nuovo aggiornamento introducendo come principale novità le date dei concerti nelle pagine Artista.

Si tratta di una novità piuttosto interessante che gli utenti utilizzatori del servizio apprezzeranno molto, perché permette sempre di rimanere aggiornati sulle date dei tour dei nostri cantanti preferiti.

Gli sviluppatori con quest’ultimo update hanno introdotto anche altre migliorie ed è stato risolto anche un problema relativo ai pixel ed un altro che ogni tanto causava qualche crash insolito.

Qui sotto trovate il changelog completo mentre in calce all’articolo come al solito è presente il link per effettuare il download dell’applicazione direttamente dal Play Store di Google:

  • Novità: non perderti mai un concerto! Le pagine Artista ora riportano i dettagli dei tour.
  • Migliorato: Spotify Connect dà il meglio di sé quando ascolti la radio.
  • Risolto: Abbiamo giocato con alcuni pixel e risolto dei crash.
  • Pura fantasia: questa app è stata creata usando parti di vecchi orologi.

 Download Spotify Play Store

Quanti siamo

12,777FansLike
21,723Subscribers+1
0FollowersFollow
6,465FollowersFollow
1,557SubscribersSubscribe